Docfa 4.0


Il Modello D

Con la precedente versione 3.0 la compilazione del modello D è stata molto semplificata. I dati presenti in alcune finestre sono stati accorpati, molti campi appaiono in grigio e non sono editabili perchè vengono compilati automaticamente dalla procedura. Le tipologie di documento passano da 4 a 2, in quanto le unità afferenti diventano causali degli accatastamenti e delle variazioni.

Nuovi Accatastamenti

Nei nuovi accatastamenti è possibile non compilare i quadri relativi alla ditta, nel caso in cui questa esista già in banca dati (cioè stessi nominativi, stessa natura di possesso e stesse quote), indicando come riferimento un identificativo del catasto fabbricati o del terreni. Le unità immobiliari di categoria "F" devono essere dichiarate tra le unità derivate come "Speciali o Particolari".

Variazioni  

Nelle variazioni, con la versione 3.0, sono state istituite due nuove causali: per "presentazione di planimetria mancante" e per "modifica di identificativo". Per la prima si accetta una unità immobiliare in variazione, per la quale non bisogna indicare dati di classamento ma solo la planimetria mancante; la seconda accetta una unità immobiliare in soppressione ed una in costituzione, non bisogna indicare dati di classamento e non bisogna associare la planimetria: le procedure di registrazione provvederanno ad associare la planimetria presente in atti dal vecchio al nuovo identificativo. Sarà possibile indicare da sola  la causale "diversa distribuzione di spazi interni" per permettere la presentazione di una nuova planimetria qualora le modifiche interne comportino una variazione del classamento già attribuito. Anche per le variazioni, le unità immobiliari di categoria "F" devono essere dichiarate tra le unità derivate come "Speciali o Particolari". 

Intestati

Per quanto riguarda l'acquisizione dei soggetti, i titoli sono unificati a quelli in uso negli Uffici di Pubblicità Immobiliare (vedi capitolo Intestati) e viene effettuato un controllo sulla quadratura delle quote dei titoli indicati nella ditta. Non è possibile indicare titoli che non rientrano tra quelli previsti e codificati. In casi molto particolari, ove necessario, quando è necessario descrivere diritti specifici, che non rientrano tra quelli previsti nella tabella, può essere usato il campo "Eventuale specificazione del diritto", sempre abilitato. Si prega di usare questo campo il meno possibile e solo nei casi di effettivo bisogno. Un esempio d'uso di questo campo è per esempio il "Livellario", che esiste in Catasto ma non esiste come diritto reale tra quelli del codice civile: si può specificare Livellario in  "Eventuale specificazione del diritto" abbinato al diritto reale relativo "Diritto dell'enfiteuta". Per controllare le quote sui diritti reali presenti negli intestati del documento, la procedura effettua una quadratura sulla completezza delle quote di ogni singolo diritto e un controllo per verificare se è stata dichiarata la "piena proprietà". Nel caso si riscontrino errori nella quadratura, per semplicità i diagnostici emessi dal controllo formale sono stati divisi in due sottogruppi: Errori relativi alle quote sulla proprietà e sul reddito, intendendo le quote di diritti relativi alla sola proprietà (es. Nuda proprietà) e quelli di quote di diritti relativi al reddito (es. Usufrutto).

Unità Immobiliari

Nelle unità immobiliari la modifica più rilevante è l'introduzione di stradari certificati per la corretta imputazione del dato toponomastico; a questo proposito si prega di usare, quando possibile, questo strumento. Gli stradari, come qualsiasi altro archivio usato dalla procedura Docfa, sono suscettibili di implementazioni e modifiche, per cui si consiglia di consultare periodicamente il sito dell'Agenzia www.agenziaterritorio.it  al fine di verificare se sono stati pubblicati archivi più recenti. La procedura Docfa 4.0 utilizza solo importi espressi in Euro, ma al fine di rendere più agevole il passaggio dalle Lire all'Euro   

tramite il tasto  è possibile visualizzare il corrispondente valore in lire della rendita catastale. Per le nuove costruzioni è possibile recuperare una unità immobiliare erroneamente soppressa in banca dati catastale tramite il tipo operazione "R recuperata".

Relazione Tecnica

Il campo relativo alle osservazioni, con la versione 3.0, è stato ampliato ed è diventato "Note relative al documento e Relazione Tecnica".

Dati del dichiarante

Vengono acquisiti i dati del richiedente la variazione come "dichiarante" e non come "unico destinatario della notifica" in quanto la notifica del classamento definitivo verrà effettuata dall'Ufficio del Territorio competente a tutti i soggetti proprietari con procedure apposite. I dati di ogni tecnico inserito sono richiamabili durante la compilazione del modello D tramite un menù a tendina. 


 

Ultima revisione : settembre 2012

© Agenzia del Territorio - 2012