Messaggio - Geototus  
Geototus
 Header - Geototus

B) Causali


La causale viene scelta in funzione della motivazione per cui viene presentato l’atto di aggiornamento.
È obbligatorio utilizzare le causali codificate, fatta eccezione per alcuni casi particolari.
Le causali devono essere valide per tutte le u.i.u. trattate nella medesima dichiarazione.
È obbligatorio selezionare la causale tra quelle preimpostate nel modello D ed inserire le altre eventuali motivazioni dell’intervento nel campo della relazione tecnica.

Nella trattazione delle variazioni è possibile presentare in un’unica dichiarazione di variazione le unità immobiliari aventi analoga causale e ricadenti nell’ambito della medesima particella.

Questa modalità rende chiara in banca dati la provenienza storica di ciò che viene costituito e variato.
Ad esempio, non è corretto inserire in un’unica variazione Docfa delle u.i.u. che hanno subito solo variazione di spazi interni insieme ad altre che sono state frazionate, ampliate, fuse, ecc.

NUOVE COSTRUZIONI
Per le nuove costruzioni la causale è intrinseca nella tipologia del documento specifico (nuova costruzione).
Le cantine, i depositi (anche se ubicati nei sottotetti) e le autorimesse presenti in complessi ospitanti una o più unità immobiliari residenziali, qualora sussistono le condizioni di autonomia reddituale e funzionale, sono da considerare u.i.u. a se stanti.
Se le porzioni immobiliari destinate a deposito e cantina sono direttamente comunicanti con le abitazioni rientrano nella maggiore consistenza di queste ultime (Circolare n. 2/E del 01 febbraio 2016, punto 3.3.2).

Tale tipologia è anche utilizzata per l’accatastamento delle aree urbane provenienti dai tipi di frazionamento di corti comuni e si distinguono due casi:
• il B.C.N.C. è già agli atti del Catasto Fabbricati: in questo caso la dichiarazione è contestuale a quella di variazione per “Ridefinizione di corte” o “Stralcio di particella/e n° xxx” a cui segue quella di accatastamento dell’area urbana;
• il B.C.N.C. non è agli atti del Catasto Fabbricati: in questo caso oltre all’accatastamento della unità in questione, si accatasta (nel quadro “D”) anche il B.C.N.C.
In una particella ove è presente una sola unità immobiliare residenziale unitamente a cantine e autorimesse, l’eventuale area di corte va individuata, di norma, come area esclusiva dell’abitazione e, conseguentemente, considerata ai fini del classamento e della determinazione della superficie catastale della suddetta unità abitativa (Circolare n. 2/E del 01 febbraio 2016, punto 3.3.1).
Per l’accatastamento di unità afferenti si utilizza, invece, una delle seguenti causali. B1) - B2) - B3)

Causali


 Footer - Geototus

©2013 - GeoTotus